Cattoliche Lettere


Sono così chiamate, cf. Eusebio, s. Girolamo: PG 20, 205; PL 23, 639.646 (molto probabilmente nel senso di "universali" [Pseudo-Ecumenio PC 119, 453; Isidoro di Siv. PL 82, 234] o encicliche, in quanto non dirette a una comunità particolare, ma a tutta una regione del mondo cristiano; II-III Io. hanno destinazione privata, ma sono annesse alla I Io. quasi semplici appendici) le 7 lettere che nel catalogo dei libri santi (canone del Concilio di Trento) e nelle edizioni del Nuovo Testamento vengono dopo le quattordici lettere di Paolo e prima dell'Apocalisse, nel seguente ordine: una di Giacomo, due di Pietro, tre di Giovanni, una di Giuda; ordine prevalso nelle Chiese orientali, quasi dappertutto dagli inizi del IV sec. e passato in occidente ad opera di s. Girolamo con la Volgata; i Greci in ciò si ispirarono probabilmente a Gal. 2, 9, Giacomo, Cefa, Giovanni; bastava aggiungere Giuda. Nel II-III sec. sorsero dubbi sulla canonicità di queste lettere, eccetto per la I Pt. e I Io. (cf. Eusebio, PG 20, 269; J. Ruwet, in Biblica, 13 [1942.] 18.42 per Origene); per l'apparente opposizione tra Iac. 2, 14-26 e Gal. 3, 1-14; Rom. 3, 21.4, 25; per l'uso di apocrifi (Enoch): II Pt.; Iud. Nel IV sec. appare in forma chiara il consenso unanime sulla loro canonicità (v. Canone). Alquanto trascurate ordinariamente, anche perché le lettere paoline attirano facilmente l'attenzione degli studiosi e dei lettori, le l. c., «questa regione poco conosciuta della Bibbia, riservano molte meraviglie e molte consolazioni, tanto più gustate quanto meno previste» (A. Charue). Per la preziosa e varia dottrina teologica, in esse contenuta, cf. le singole voci: Giacomo, Pietro ecc.
[F. S.]

BIBL. - A. CHARUE, Les épitres catholiques (La Ste Bible. ed. Pirot, 12). Parigi 1938, pp. 375-79; J. CHAINE, L'ép. de Jacques (Etudes Bibliques: la seconde de Pierre, les ép. de s. Jean. l'ép. de Jude) (manca la I Pt.), ivi 1939; P. DE AMBROGGI. Le epistole cattoliche (La S. Bibbia, S. Garofalo), Torino 1949, pp. 1-8.


Autore: Mons. Francesco Spadafora
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 57